Istituto Figlie di San Camillo
 
storia dell'Ospedale

 

L‘Ospedale Madre Giuseppina Vannini‖ dell‘Istituto delle Figlie di S. Camillo, opera nella realtà sanitaria romana da numerosi decenni. La Struttura inizia la sua attività nel 1912 come Casa per anziani per trasformarsi successivamente nel 1950 in Casa di Cura Chirurgica Figlie di S. Camillo e nel 1980 in ospedale generale di zona Figlie di S. Camillo (classificato con deliberazione della giunta regionale del Lazio n° 6252 del 14 dicem-bre 1979). Nel 1993 assume il nome attuale di Ospedale “Madre Giuseppina Vannini.
Fin dall‘inizio della sua atti-vità (primi del 900), è stato attuato ad un continuo lavo-ro di ampliamento e ristrut-turazione, al fine di poter accogliere tra le corsie e gli ambulatori dell‘ospedale i pazienti che ogni anno affluiscono ai vari settori della diagnostica-terapeutica avanzata.

La Direzione Generale ha investito ingenti risorse per dotare la struttura delle più moder-ne apparecchiature e oggi l‘Ospedale con i suoi servizi (Pronto Soccorso, Medicina d‘Urgenza e Osservazione Breve Intensiva, Ortopedia, Chirurgia oncologica, Gi-necologia e Ostetricia, Blocchi operatori, Terapia Intensiva e Sub-intensiva, Centro di rianimazione, UTIC ed Emodinamica, Diagnostica per Im-magini, TAC, RMN, Angiografia Interventistica , Laboratorio analisi, Poliambulatori)si pone all‘avanguardia tra le strutture sanitarie della Regione Lazio che erogano l‘assistenza a ciclo continuativo diurno e per acuzie.
L‘Ospedale ―Madre G. Vannini‖, ispirandosi al binomio ―scienza nuova carità antica‖, è orientato all‘umanizzazione dell‘assistenza al malato attraverso lo sviluppo delle pro-fessionalità delle équipe dei sanitari e l‘elevata tecnologia delle attrezzature diagnostico-terapeutiche.

 
  Privacy

  Regolamento
  Assistente Sociale

  Il Volontariato
  Piantina Ospedale

  Assistenza religiosa
Copyright, Istituto Figlie di San Camillo