Istituto Figlie di San Camillo
 
INFORMAZIONI UTILI (SERVIZI)

DICHIARAZIONE DI NASCITA IN OSPEDALE

ASSISTENTE SOCIALE

ASSISTENZA RELIGIOSA

COSA PORTARE IN OSPEDALE

SERVIZI VARI

SERVIZI ACCESSORI (TRASPORTO INFERMI, VOLONTARIATO, VIGILANZA, BANCOMAT, PUNTI INFORMAZIONE)

ALTRE INFORMAZIONI (PASTI, DIMISSIONE, DIMISSIONE PROTETTA, CONSENSO INFORMATO, PRIVACY, VISITE PERENTI E AMICI)

REGOLE DI COMPORTAMENTO DA TENERE ALL'INTERNO DELL'OSPEDALE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TORNA SU

DICHIARAZIONE DI NASCITA IN OSPEDALE

Dove

La dichiarazione di nascita si effettua presso l‘Ufficio di Stato Civile del Comune di residenza dei genitori o della madre come previsto dalla Legge oppure presso l‘Ufficio di Stato Civile del Municipio di residenza.

In alternativa è possibile effettuare la dichiarazione di nascita anche presso la Direzione Sanitaria dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.00 entro 3 giorni dalla nascita (art. 30 Legge 15 maggio 1997, n.° 127)

Che cosa occorre

 L‘attestato di nascita firmato dall‘ostetrica.

 I documenti d‘identità dei genitori.

E‘ possibile usufruire di questo servizio anche per i genitori residenti fuori Roma.

TORNA SU

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TORNA SU

ASSISTENTE SOCIALE

L‘Assistenza sociale viene svolta da personale specializzato, in possesso del relativo titolo.

Il Servizio provvede alla soluzione dei vari problemi attraverso i contatti diretti con i pazienti, i familiari e le Associazioni per la tutela dei diritti del malato. Ove necessario, svolge tutte le pratiche relative al trasferimento dei pazienti in strutture di riabilitazione, di lunga degenza e nelle residenze sanitarie assistenziali.

Facilita il rientro a domicilio dei pazienti attivando attraverso i CAD delle ASL l‘assistenza domiciliare Risponde a quesiti per ricoveri, lungo degenze, invalidità e rapporti con leASL.

L‘assistente sociale è presente all‘interno dell‘ospedale con i seguenti orari:

martedì—giovedì - venerdì dalle ore 11.00 alle ore 15.00

Mercoledì dalle ore 15.00 alle ore 18.00

L‘Ufficio è situato al piano -2 dell'avancorpo dell'Ospedalem raggiungibile dall'entrata di via Acqua Bullicante 20.

TELEFONO: 06. 24291236.

TORNA SU

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TORNA SU

ASSISTENZA RELIGIOSA

L'assistenza religiosa viene svolta con continuità dal Cappellano dell'Ospedale il quale giornalmente si reca presso i pazienti che, ove di gradimento ricevono idoneo conforto religioso.

Nel caso di pazienti critici, in pericolo di vita, il Cappellano, informato dagli operatori provvede allo svolgimento dell‘assistenza spirituale e religiosa.

All'interno dell'Ospedale è presente un‘ampia Cappella dove vengono svolti i riti e le funzioni religiose aperta anche al pubblico nei giorni festivi.

In caso di richiesta da parte di pazienti di credenze religiose diverse da quella Cattolica, la Direzione Sanitaria si attiva per la ricerca dei Ministri di culto della relativa religione.

ORARI DELLE SANTE MESSE

giorni feriali: ore 6:30

giorni festivi: ore 6:30 e ore 10:00

recita del Santo Rosario tutti i giorni ore 18:15

TORNA SU

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TORNA SU

COSA PORTARE IN OSPEDALE

In un luogo affollato come l‘ospedale, il furto o lo smarrimento di denaro, gioielli o altri oggetti di valore sono sempre possibili: l‘Amministrazione non assume responsabilità per questi inconvenienti. Per le protesi dentarie dovrà essere posta particolare attenzione alla possibilità di smarrimento. Il paziente è invitato a lasciarla in custodia ai familiari o al personale infermieristico di reparto fornendo idoneo contenitore. Il personale infermieristico rilascerà apposita ricevuta. Si consiglia quindi di portare soltanto gli effetti personali strettamente necessari:

- spazzolinodadenti;

- dentifricio;

- sapone;

- deodorante;

- biancheria personale;

- vestaglia;

- pantofole;

- asciugamani;

- carta igienica e quanto altro ritenuto di utilità.

E‘ inoltre necessario portare:

- la tessera sanitaria, attestantel‘iscrizioneal SSN;

- documento d‘identità;

-gli esami e gli accertamenti diagnostici già eseguiti ed eventuali cartelle cliniche di ricoveri precedenti.

E‘ importante comunicare ai medici notizie relative ai farmaci che si prendono abitualmente anche se si tratta soltanto di lassativi, antidolori e sciroppi per la tosse.

TORNA SU

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TORNA SU

SERVIZI VARI

E‘ a disposizione del paziente all‘interno del Pronto Soccorso dell‘ospedale un posto di ristoro con un distributore automatico di bevande ed acqua minerale.

Qualora lo si desideri, eventuali somme di denaro in possesso potranno essere custodite presso gli appositi uffici cassa dell‘Ospedale.

Per la riscossione della pensione durante la degenza potranno essere presi opportuni contatti con la Caposala.

L‘usodei telefoni cellulari può danneggiare il funzionamento di determinate apparecchiature e quindi compromettere la possibilità o l‘efficacia di alcune procedure di terapia o di diagnosi.

Esso è quindi vietato in determinati locali dell‘ospedale (Unità Operative, Laboratorio Analisi, Fisioterapia e Ambulatori).

Negli altri locali l‘uso va limitato al massimo, con volume di suoneria al minimo

 

Le norme antinfortunistiche e antincendio

Il personale del presidio ospedaliero è addestrato ad intervenire per controllare gli incendi e tutelare la sicurezza dei degenti.

All‘intero delle stanze di degenza sono a disposizione dei pazienti le norme antinfortunistiche ed antincendio da attuare in caso di necessità.

L’assistenza infermieristica

L‘Ospedale garantisce tutti gli aspetti relativi all‘assistenza infermieristica, all‘ospitalità degli utenti ed al comfort degli ambienti di degenza tramite il proprio personale.

I pazienti possono rivolgersi alla Caposala per qualsiasi problema inerente l‘assistenza infermieristica.

La visita medica di reparto

La visita medica è un momento diagnostico-terapeutico fondamentale ed è quindi assolutamente necessario rimanere nella propria stanza durante gli orari stabiliti ed evidenziati nelle guide per gli utenti presenti in ciascun reparto.

Al di fuori di questi orari i pazienti potranno uscire dal reparto che la ospita, rimanendo entro l‘area dell‘ospedale, dopo aver chiesto il permesso agli operatori sanitari.

L’ospite ed i suoi diritti

Il paziente ha diritto di chiedere informazioni complete riguardanti la diagnosi anche provvisoria, la prognosi e la terapia in termini per lui facilmente comprensibili.

Inoltre potrà ottenere informazioni essenziali riguardanti l‘organizzazione dei servizi, i compiti e le attribuzioni di amministratori ed operatori.

Nella Guida Utente, allegata a questa Carta dei Servizi, e nella stessa Carta dei Servizi è presente la Carta dei diritti e dei doveri dei clienti/utenti‖ dove sono declinati i diritti ed i doveri del cliente che sceglie o dell‘utente che usufruisce dell‘assistenza erogata dall‘Ospedale M. G. Vannini

Come avere informazioni dai medici

E‘ un diritto fondamentale del paziente essere informato sulle proprie condizioni di salute.

Pertanto sia il Direttore della UOC/Servizio che i medici del reparto sono disponibili in orari stabiliti (vedi guida utente) per fornire tutti i chiarimenti necessari al paziente ed ai suoi familiari.

La pulizia e l’ordine

La pulizia di armadietti, letti e comodini viene effettuata da apposito personale.

I pazienti sono pregati di mantenere in ordine questi arredi e la stanza.

In particolare non è consentito tenere in camera fiori o piante perchè possono essere fonte di inconvenienti igienici.

Per evitare disordine e per facilitare le operazioni di pulizia è opportuno di non tenere sedie o sdraie e di non lasciare oggetti fuori dagli armadi personali; ai familiari non è consentito sedersi sui letti né utilizzare i servizi igienici del reparto.

Per i visitatori sono disponibili i servizi igienici posti al piano terra dell‘Ospedale

Il silenzio e la tranquillità

Per non arrecare disturbo agli altri pazienti, dovranno essere evitati il più possibile i rumori. E‘ necessario dunque parlare a bassa voce e moderare il volume della radio, della televisione e del cellulare.

Per favorire il riposo notturno è obbligatorio il silenzio dalle ore 21,00 alle ore 7,00

TORNA SU

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TORNA SU

SERVIZI ACCESSORI

SERVIZIO DI TRASPORTO DEGLI INFERMI

Il trasporto dei pazienti in altro luogo di cura, per trasferimenti/ consulenze, avviene di norma a mezzo di ambulanza di proprietà dell‘Ospedale e, in caso si renda indispensabile adeguata assistenza medica, con Centro Mobile di Rianimazione di proprietà dell‘Ospedale stesso.

In casi particolari si ricorre a servizi di trasporto con ambulanza privata.

IL VOLONTARIATO

L‘Ospedale garantisce l‘assistenza diretta ai propri degenti con personale qualificato.

Tuttavia, all‘interno della struttura è presente personale regolarmente autorizzato appartenente all’associazione di volontariato A.R.V.A.S. (Associazione Regionale Volontari per l‘Assistenza Sanitaria), per attività di supporto nell‘assistenza ai ricoverati.

I volontari collaborano al miglioramento dell’attività assistenziale assicurando una presenza amichevole e discreta per la soluzione e il disbrigo di piccole incombenze, pratiche non di carattere sanitario legate al ricovero.

VIGILANZA E SICUREZZA INTERNA

L‘Ufficio è situato nei pressi del Pronto Soccorso e vi fanno capo le Guardie Giurate. Il personale operante può essere rintracciato tramite telefono interno al n.° 0624201457.

BANCOMAT

L‘Ospedale non dispone di un proprio servizio nella sede della struttura, tuttavia è disponibile presso l‘Istituto bancario ubicato di fronte l‘entrata principale dell‘Ospedale una postazione Bancomat

PUNTI INFORMAZIONE

Sono dislocati nelle zone di maggior afflusso dei clienti/utenti (entrata principale, Pronto Soccorso, CUP ect) e forniscono informazioni di primo livello (es: dove devo rivolgermi per questa visita? In quali orari? Quali documenti sono necessari? Ect).

TORNA SU

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TORNA SU

ALTRE INFORMAZIONI

Il fumo

All‘interno della struttura ospedaliera è assolutamente vietato fumare: questo per disposizioni di legge e, soprattutto, per rispetto della salute propria e degli altri pazienti.

I pasti

La colazione viene servita alle ore 7,30, il pranzo alle ore 12,00 e la cena alle ore 18,30 circa; durante la distribuzione del vitto i parenti sono pregati di non transitare nei corridoi.

Durante la permanenza in ospedale è vietato integrare l‘alimentazione con cibi e bevande provenienti dall‘esterno: se lo si desidera, la Caposala ed i medici possono fornire i necessari chiarimenti al riguardo.

Si è cercato di offrire cibi il più possibile gradevoli, puntando sulla qualità e varietà. Il menù prevede piatti tradizionali e qualche novità, tutti cucinati in modo tale da assicurare la massima digeribilità.

I pasti vengono serviti in vassoi personalizzati che ne garantiscono l‘igiene e la tenuta termica.

Il menù è articolato in n. 14 giorni, per ognuno dei quali sono previsti piatti diversi, sia per il pranzo che per la cena. I pazienti potranno inoltre richiedere alla Caposala di poter prendere visione del menù giornaliero. Avolte il sapore dei cibi potrà sembrare meno gradevole per problemi derivanti dalla malattia stessa o dai farmaci che vengono assunti; comunque come regola generale i cibi vengono preparati con una ridotta quantità di sale e di condimenti.

Non tutti possono usufruire dei cibi previsti dal menù e pertanto, dietro prescrizione medica, la Caposala sarà a disposizione per fornire una dieta il più possibile personalizzata. I pasti vengono preparati all‘interno della cucina dell‘Ospedale da parte di un fornitore esterno.

Inoltre coloro che debbono essere sottoposti ad un intervento chirurgico necessitano di un periodo di digiuno che in generale viene attuato dalla sera prima. Ilgenitore che assiste il figlio ricoverato può richiedere alla Caposala ilbuono per usufruire dei pasti previo pagamento di una quota fissata dall‘Azienda stessa. L’Ospedale M. G. Vannini assicura al paziente la possibilità di scelta dei pasti nel rispetto del proprio credo religioso. Pertanto su specifica richiesta inoltrata dal paziente alla Caposala il menù potrà essere fornito in considerazione del proprio credo religioso.

 

Le visite di parenti e amici

Ogni paziente può ricevere visite da parte di parenti ed amici. E‘necessario però che tali visite non siano d‘ostacolo alle attività assistenziali e che non arrechino disturbo al riposo degli altri pazienti ricoverati. Per questo è permessa nelle stanze di degenza la presenza di un solo visitatore rispettando gli orari stabiliti esposti all‘ingresso dell‘ospedale.

Inoltre non sono ammesse visite di bambini al di sotto dei 12 anni in quanto fino a questa età l‘ospedale è un ambiente sconsigliabile, sia per il rischio di contrarre o trasmettere malattie infettive. Per qualunque esigenza particolare è a disposizione la Caposala che può concedere permessi di visita autorizzati dal Direttore. All‘interno del presidio ospedaliero esistono appositi spazi destinati ad attività varie di socializzazione.

 

La dimissione

Al momento della dimissione viene rilasciata al paziente una relazione clinica da consegnare al medico curante. Sarà inoltre possibile richiedere, presso gli appositi uffici, negli orari stabiliti copia della cartella clinica, di radiografie effettuate durante la degenza ed altra documentazione sanitaria previo pagamento dei relativi diritti. La richiesta potrà essere fatta direttamente dall‘interessato o dai suoi familiari.

Per il ritiro è necessario esibire il proprio documento di identità. In caso di delega sarà necessario esibire la delega unitamente alla fotocopia del documento di identità dell‘interessato e di quello della persona delegata, validi ad ogni effetto di legge.

Presso gli ambulatori sarà possibile effettuare le visite di controllo successive alla dimissione in giorni ed orari prestabiliti e previo appuntamento concordato con il personale medico. Per le prestazioni ricevute durante la degenza in ospedale e quelle relative alle successive visite di controllo in regime di dimissione protetta, effettuate entro 30 giorni presso gli ambulatori, nulla è dovuto al personale medico ed infermieristico preposto.

La dimissione protetta

La dimissione protetta è una modalità di dimissione che consente sia il miglioro utilizzo dei posti letto di ricovero che la permanenza in ospedale dei pazienti per il tempo strettamente necessario a ricevere cure adeguate.

Con la dimissione protetta è possibile rientrare al proprio domicilio ed in famiglia, rimanendo nel contempo l‘assistenza dei medici della struttura per ricevere le prestazioni che completino il profilo delle cure iniziato con il ricovero.

Il rientro in ospedale è previsto per completare gli accertamenti diagnostici prescritti al momento della dimissione protetta. L‘iter diagnostico terapeutico si concluderà con la chiusura della cartella clinica, entro 30 giorni dalla dimissione.

INFORMAZIONE E CONSENSO INFORMATO

I medici dell‘ospedale avranno cura di fornire ad ogni paziente un‘informazione completa, esauriente e comprensibile:

· del programma diagnostico,

· dei provvedimenti terapeutici,

· dei loro effetti, delle alternative, dei rischi ad essi connessi,

· della relativa prognosi.

In questo modo il paziente è in grado di decidere in piena libertà, coscienza e consapevolezza e quindi di fornire un consenso informato alle prestazioni erogate dall‘ospedale.

PRIVACY

Lalegge196/ 2003 garantisce la riservatezza sulla diffusionedi tutti idati relativi alla persona e assicura una tutela particolare per i cosiddetti dati sensibili‖, quelli cioè che si riferiscono allo stato di salute ed alle convinzioni religiose. L‘ospedale ha necessità di disporre dei dati personali dei pazienti ai fini dell‘erogazione delle prestazioni, sia in caso di ricovero sia di intervento ambulatoriale. I dati comunicati o dei quali l‘ospedale viene in possesso sono trattati, anche con l‘ausilio di mezzi informatici, esclusivamente per l‘erogazione delle prestazioni di diagnosi, cura e riabilitazione, a tutela della salute del paziente e con garanzia di assoluta riservatezza. Il loro conferimento è dunque obbligatorio e il rifiuto a fornirli comporta l‘impossibilità per l‘ospedale di prestare l‘assistenza dovuta. I dati anagrafici del paziente ricoverato e il riferimento al reparto di degenza sono disponibili presso il centralino, al fine di agevolare l‘accesso dei visitatori, salvo diversa indicazione del paziente stesso.

TORNA SU

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TORNA SU

REGOLE DI COMPORTAMENTO DA TENERE ALL'INTERNO DELL'OSPEDALE

1) Le persone che accedono all’Ospedale, siano esse pazienti o visitatori devono tenere comportamenti rispettosi delle esigenze degli altri e dei beni della struttura.

All‘interno dell‘Ospedale è vietato/a:

 fare uso di bevande alcoliche;

 tenere in funzione i cellulari nelle aree non autorizzate e nell‘orario di visita dell‘equipe medica infermieristica;

 usare apparecchi elettrici;

 consumare cibi portati dall‘esterno;

 introdurre e detenere materiali di vetro, oggetti taglienti o altri oggetti ritenuti pericolosi;

 l‘ingresso nei reparti ai minori di 12 anni; eccezioni possono essere autorizzate dal medico del reparto per casi particolari di carattere psico—sociale;

 la presenza di piante e fiori nelle stanze;

 ai visitatori di permanere all‘interno della stanza durante le visite mediche e le terapie;

 ai visitatori di sedere sui letti di degenza e di usare i servizi igienici riservati ai degenti;

 nell‘orario di visita, la presenza nelle stanze di più di due persone per ogni paziente, gli altri possono alternarsi nella visita.

2) L’accesso dei visitatori ai reparti di degenza è consentito tutti i giorni esclusivamente negli orari indicati negli appositi cartelli.

3) Il giorno dell’intervento chirurgico è consentita l’ingresso e la presenza di una sola persona al letto del paziente al di fuori dell‘orario di visita.

4) I pazienti sono tenuti a mantenere il massimo rispetto nei confronti dell’equipe curante e degli altri pazienti.

5) I pazienti sono tenuti a conservare e mantenere in ordine nel migliore dei modi gli armadi e gli effetti personali ed a rispettare gli ambienti dell‘Ospedale.

6) Il paziente che si allontana dal reparto anche se permane all’interno dell’Ospedale deve informare il personale sanitario.

TORNA SU

 

 

 

 
  Privacy

  Regolamento
  Assistente Sociale

  Il Volontariato
  Piantina Ospedale

  Assistenza religiosa
Copyright, Istituto Figlie di San Camillo